parlo male, ma penso peggio
Anonymous asked: Visto che ti piace Lee Pace ti consiglio di guardare Halt and Catch Fire. Fatto molto, molto, bene.

l’ho già scaricato tempo fa, in attesa di trovare del tempo per guardare insieme tutte le puntate (amo fare queste maratone, lol) ✿ ora mi sto guardando qualche puntata di Pushing Daisies ed è troppo troppo troppo tenero, me lo mangerei quell’uomo 

(non c’è bisogno dell’anonimo, comunque)

ma quanto è bello Lee Pace?

il primo passo è ammettere di avere un problema, occhei, ma se uno non sa neppure quale sia il problema?

sono uscita di casa quasi piangendo e sono tornata quasi piangendo. almeno sono coerente, dai

(volevo iniziare con un ‘ciao a tutti’)

faq - le domande inopportune 

Come ti chiami/quanti anni hai/dove vivi?

mia madre mi ha dato due bellissimi nomi (ironia) che non userò qui, perciò mi va bene qualsiasi nome, per esempio ho un debole per ‘Elena’. ma anche se vi rivolgete a me come istrice non è un problema. tra poco avrò ventun anni quindi per un bel po’ continuerò ad avere ventun anni anche se mentalmente ne ho tredici. vivrò (quindi vivo?) con degli sconosciuti in un appartamento a Torino per poter frequentare l’università e fare finta di costruirmi le basi per un futuro che non avrò. 

Sei etero/lesbica/posso mandarti una mia foto/facciamo sesso?

non sono né etero né lesbica. nella scala Kinsey sono un 5 (o un 4, devo ancora capire bene la situazione). questo significa che tendo a preferire le donne, ma in certe circostanze mi capita di provare interesse/attrazione anche per il sesso opposto. credo sia colpa del fatto che do una maggior importanza ai particolari che mi colpiscono in una persona (e quindi il genere sessuale non è poi così importante (poi ci sono altri fattori, ma diventerebbe troppo lungo come discorso)). perciò, se sei una donna, puoi mandarmi quante foto vuoi qui. 

Quali sono i tuoi interessi?

praticamente tutto, fino a quando non mi annoio (e succede spesso). provo però una grande curiosità per la psicologia/psichiatria - sono ossessionata con i meccanismi della mente umana e mi ritrovo spesso a chiedere alle persone a che cosa pensano - e per la sessualità. in genere sono interessata a tutto ciò che ruota intorno al proprio ‘io’ (ecco perché faccio spesso domande indiscrete). 

adoro: Pavese come poeta (e non scrittore di romanzi), la poesia polacca (Wisława Szymborska)/ungherese/cinese, la mitologia norrena, Klimt, i telefilm e mille altre cose che ora non mi vengono in mente. 

Altro:

desidero andare a vivere in Canada oppure nella Danimarca del nord, ho una crescente passione per i carlini, m’innamoro facilmente degli sconosciuti (come la maggior parte delle persone), sono molto indecisa, sono anche molto egocentrica ma ho un grosso problema con la mia faccia quindi la nascondo sempre. non ho alcun problema invece con il mio corpo perciò riempio questo tblog di foto (attention whore, yay). sono una persona estremamente pigra, non rispondo sempre agli ask (chiedo perdono, non è cattiveria), sono incredibilmente timida, ho una voce fastidiosa e sottile e parlo con un volume bassissimo agli inizi, dimostro quasi sempre apertamente la mia attrazione fisica verso una persona, tendo a controllare e manipolare ciò che ho intorno, se desidero qualcosa finisco per ottenerlo (anche se in molti casi non sono una bella persona facendo questo), sono dipendente dal contatto fisico (non sessuale), il tatto è il senso che preferisco, blablabla tette questa cosa doveva essere molto corta bla

"La grande maggioranza delle donne che vengono descritte come ‘ninfomani’, in realtà non sono altro che individui dotati di grande temperamento erotico che scelgono un comportamento sessuale molto promiscuo. Se fossero uomini, però, questo loro comportamento non verrebbe nemmeno notato.”
— Dall’articolo di W. Pasini, Ninfomania e ipersessualità.

mio padre trova estremamente divertente svegliarmi alle otto del mattino solo per dirmi che mi vuole bene. 

tenerezza

questa sera io e il pargolo ci siamo lavati i denti insieme ed ora guardiamo Peter Pan alla tv stando seduti sul divano. ho già capito che non potrò tornare a casa presto perché mi ha nascosto le scarpe.

martedì compio ventun anni e io continuo ancora a spingere le porte quando c’è scritto ”tirare

©