la mia massima aspirazione di vita ora è diventare un orso bruno

Dunque conoscere una persona significa permetterle di darci o toglierci qualcosa. Significa farla entrare nella nostra esistenza: fargliela sporcare, il giorno che quella persona avrà le scarpe piene di fango. Fargliela illuminare, se a quella persona verrà in mente di portare con sé una lampadina. Fargliela modificare, insomma. Mentre noi modifichiamo la sua. Senza che magari nessuno - né noi né quella persona -, mentre succede, se ne renda conto.

Chiara Gamberale - Le luci nelle case degli altri

Day 2#

ho fatto una doccia lunghissima, mi sono messa la crema canticchiando, mi sono sdraiata sul letto per sentire il sole sulla pelle. 

prima mi stavo cambiando ed ho avuto questo flash di un vecchio ricordo. sono a casa di questa persona, siamo sdraiati sul letto in silenzio, mi sta accarezzando distrattamente un fianco mentre canticchio. all’improvviso mi alzo, prendo la sua maglietta che c’è per terra e la indosso. ho sempre avuto un debole enorme per le tshirt maschili. gli chiedo se me la regala, lui si avvicina, mi bacia e mi spoglia ‘Ti preferisco senza.’

alla fine non me l’ha regalata davvero, ‘sto stronzo.

ultimamente per problemi di ansia e nausea mangio troppo male e troppo poco, per di più ho la pressione bassissima. questa mattina mi sono svegliata per andare in bagno e sono svenuta. quando mi sono ripresa accanto a me c’era il pargolo che mi stava punzecchiando un con dito per vedere se fossi morta.

(mi sento come se fossi un essere minuscolo, ma non lo sono e vorrei piangere e ridere di questo insieme)

sono le nove di sera ed sono in una lavanderia self-service. io sì che so godermi la vita e la gioventù.

a volte sono così contenta di non essere nata uomo: posso guardare le tette delle ragazze senza che nessuno mi dia del pervertito. 

"Non so davvero perché sono tanto triste. E questa tristezza mi stanca, e voi stessi dite d’esserne stanchi.
Ma ho ancora da sapere dove l’ho presa, dove me la son trovata, come me la sono guadagnata, di che diavolo è fatta, da dov’è spuntata. Ed essa mi stordisce così che stento a riconoscere me stesso.”
William Shakespeare, Il mercante di Venezia (via lalberodimelograno)

Day 1#

Oggi mi ha scritto una persona che sento sempre troppo poco. Abbiamo chiacchierato un poco e deciso di vederci a breve, perché le mancano le mie domande. Le ha definite ‘terapeutiche’, aggiungendo che sono ‘una brava ascoltatrice’ ed è sempre un piacere stare in mia compagnia.

Ed io che pensavo di essere solo una rompicazzo curiosa. 

©